Lotteria degli scontrini

1. INTRODUZIONE

La lotteria nazionale degli scontrini è il nuovo concorso a premi gratuito, collegato allo scontrino elettronico.

Partecipare è semplice: dal 1° luglio 2020, infatti, tutti i cittadini maggiorenni e residenti in Italia che acquistano beni e servizi, di importo pari o superiore a 1 euro, possono partecipare alle estrazioni annuali e mensili (con decorrenza da determinare, anche settimanali dal 2021 anche settimanali).

L’inizio della lotteria – previsto originariamente al 1° luglio 2020 – è stato differito dal decreto Rilancio (decreto legge n. 34/2020) al 1° gennaio 2021, in considerazione delle oggettive difficoltà degli esercenti legate all’emergenza da Coronavirus.

Ogni acquisto genera un numero di biglietti “virtuali” che consentono la partecipazione alla lotteria: ogni euro speso da’ diritto a 1 biglietto virtuale, fino a un massimo di 1.000 biglietti per un acquisto pari o superiore a 1.000 euro.

Prima dell’emissione dello scontrino è necessario chiedere all’esercente di abbinare allo stesso il proprio “codice lotteria“, cioè il codice alfanumerico che si ottiene accedendo all’area pubblica del “Portale lotteria” (www.lotteriadegliscontrini.gov.it), messo a disposizione dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli.

Per avere il codice lotteria non serve registrarsi all’area riservata del Portale, basta inserire il codice fiscale nell’area pubblica. Una volta generato, il codice lotteria può essere utilizzato per tutti gli acquisti e partecipare a tutte le estrazioni. E’ sufficiente stamparlo su carta o salvarlo su un dispositivo mobile (come smartphone, tablet, cellulare) e mostrarlo al negoziante al momento dell’acquisto.

La nuova lotteria prevede estrazioni “ordinarie” ed estrazioni “zero contanti”. Chi paga con la moneta elettronica (per esempio, bancomat, carta di credito, carta di debito) partecipa a entrambe le estrazioni.

Infine, tutte le vincite alla lotteria degli scontrini sono esenti da imposte.

2. LE REGOLE

COME FUNZIONA

Il funzionamento della lotteria, che parte il 1° luglio 2020 1° gennaio 2021, è riportato nel provvedimento dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, d’intesa con l’Agenzia delle entrate, sul quale il Garante della Privacy ha espresso parere favorevole

Per partecipare alla lotteria occorre mostrare al negoziante, al momento dell’acquisto di importo pari o superiori a 1 euro, il proprio “codice lotteria” che verrà abbinato allo scontrino.

Ogni scontrino genera un numero di “biglietti virtuali” della lotteria pari a un biglietto per ogni euro di spesa, con un arrotondamento se la cifra decimale supera i 49 centesimi (per esempio, con 1,50 euro si ottengono due biglietti).

Maggiore è l’importo speso maggiore sarà il numero di biglietti associati che vengono emessi, fino a un massimo di 1.000 biglietti per acquisti di importo pari o superiore a 1.000 euro.

L’esercente, attraverso un lettore ottico collegato al registratore telematico, effettua il collegamento tra lo scontrino e il codice lotteria del contribuente e trasmette i dati all’Agenzia delle entrate, in pratica come accade in farmacia con la Tessera sanitaria.

Il codice lotteria è un codice “pseudonimo” alfanumerico, composto da 8 caratteri, che viene associato al codice fiscale del consumatore in maniera univoca e casuale (random), senza alcun obbligo di identificarsi. Ogni consumatore può generare più codici, tutti ugualmente validi per partecipare alla lotteria.

Chi si registra sull’area riservata del Portale Lotteria, inoltre, può controllare i propri scontrini, trasmessi all’Agenzia delle entrate, come pure il numero dei biglietti virtuali a essi associati e il numero totale di biglietti della prossima estrazione. Spetta all’Agenzia delle dogane e dei monopoli comunicare al consumatore l’eventuale vincita.

ATTENZIONE

Non occorre conservare gli scontrini sia per partecipare alla lotteria sia per riscuotere i premi (conviene custodire gli scontrini solo a fini di garanzia, cambio merce, eccetera).

CHI PUÒ PARTECIPARE

Possono partecipare alla lotteria tutte le persone fisiche, maggiorenni e residenti in Italia, che acquistano beni o servizi da esercenti che trasmettono telematicamente i corrispettivi. Non partecipano alla lotteria gli scontrini corrispondenti ad acquisti online e quelli effettuati nell’esercizio di attivita’ d’impresa, arte o professione.

Nella fase di avvio, non sono coinvolti nella lotteria gli acquisti documentati con fatture elettroniche e quelli per i quali i dati dei corrispettivi sono inviati al sistema Tessera Sanitaria (per esempio, gli acquisti effettuati in farmacia, parafarmacia, ottici, laboratori di analisi e ambulatori veterinari, per i quali il cliente comunica il codice fiscale).

Non partecipano alla lotteria degli scontrini, infine, ulteriori acquisti per i quali il consumatore richieda all’esercente l’acquisizione del proprio codice fiscale al fine di usufruire di detrazioni o deduzioni fiscali.

COME OTTENERE IL “CODICE LOTTERIA”

Per acquisire il codice lotteria occorre accedere all’area pubblica del Portale Lotteria, www.lotteriadegliscontrini.gov.it, messo a disposizione dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli

Non serve alcuna registrazione: basta digitare il proprio codice fiscale sul Portale e il servizio online produce un codice alfanumerico, anche in formato barcode (codice a barre). Una volta ottenuto, è sufficiente stampare il proprio codice lotteria o salvarlo sul proprio dispositivo mobile: smartphone, tablet e cellulare.

Nessun problema nel caso in cui si smarrisce il codice: basta accedere nuovamente al Portale dedicato, inserire il proprio codice fiscale e visualizzare un nuovo codice lotteria, che potrà essere stampato o salvato sul proprio dispositivo mobile.

Il servizio per la generazione del codice lotteria sarà disponibile, successivamente, nell’area pubblica del Portale Lotteria.

LE ESTRAZIONI E I PREMI

La lotteria degli scontrini prevede estrazioni mensili e annuali. A partire dal 2021 Con decorrenza da determinare, ci saranno anche estrazioni settimanali.

Chi effettua il pagamento in contanti partecipa solo alle estrazioni “ordinarie”. Chi utilizza strumenti di pagamento elettronico partecipa sia alle estrazioni ordinarie sia a quelle “zero contanti”. A queste ultime partecipano non solo i consumatori ma anche gli esercenti, cioe’ i soggetti che trasmettono telematicamente i corrispettivi.

QUANDO AVVENGONO LE ESTRAZIONI

Il calendario delle estrazioni è pubblicato sul sito dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli e sul Portale Lotteria.

Le estrazioni mensili hanno luogo ogni secondo giovedi’ del mese. Fa eccezione la prima estrazione mensile, che sarà venerdi’ 7 agosto 2020 e riguarderà tutti i corrispettivi trasmessi e registrati al Sistema Lotteria dal 1° al 31 luglio 2020 (entro le ore 23:59).

Dal 2021 sono previste anche estrazioni settimanali, sempre di giovedi’.

Sempre di giovedi’ sono previste le estrazioni settimanali, la cui decorrenza è da stabilire.

ATTENZIONE

Ogni contribuente può partecipare, con uno stesso scontrino, a una estrazione settimanale, a una mensile e a una annuale.

Partecipano all’estrazione mensile tutti i corrispettivi trasmessi e registrati al Sistema Lotteria nel mese oggetto dell’estrazione.

Partecipano all’estrazione annuale tutti i corrispettivi trasmessi e registrati al Sistema Lotteria nell’anno oggetto dell’estrazione. Dal 2021 Con decorrenza da determinare, parteciperanno all’estrazione settimanale tutti i corrispettivi trasmessi e registrati al Sistema Lotteria nella settimana oggetto dell’estrazione.

È possibile consultare le estrazioni e verificare l’eventuale vincita all’interno del Portale Lotteria.

Una Commissione di controllo delle estrazioni, nominata dal Direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, ha il compito di controllare la regolarità delle operazioni di estrazione.

Quando l’estrazione vincente è nulla
L’estrazione del biglietto vincente e’ nulla se il biglietto “virtuale” è associato a un corrispettivo già vincente nel corso dell’estrazione oppure annullato o reso. Inoltre, è nulla se il biglietto virtuale è riferito a un codice lotteria di una persona fisica non residente in Italia, alla data di acquisto dei beni e dei servizi, oppure a un codice lotteria per cui il consumatore abbia esercitato il diritto di opposizione al trattamento dei dati o di cancellazione degli stessi.

QUALI SONO I PREMI

I premi per acquirenti ed esercenti sono i seguenti:

La vincita è pagata dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli esclusivamente mediante bonifico bancario o postale.

I premi non concorrono a formare il reddito del vincitore per l’intero ammontare corrisposto nel periodo d’imposta e non sono assoggettati a tassazione.

PREMI SETTIMANALI AGGIUNTIVI PER L’ANNO 2021

Con “determinazione interdirettoriale” del Direttore generale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli e del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 28 maggio 2021 sono stati previsti ulteriori premi, da assegnare nelle estrazioni settimanali del 2021.

COME VIENE COMUNICATA LA VINCITA

I vincitori sono informati immediatamente tramite sms, e-mail o instant messaging se i relativi dettagli sono stati forniti dal consumatore nell’area riservata del Portale Lotteria.

In ogni caso, chi vince riceve anche una comunicazione formale che puo’ avvenire in due modi:

  1. tramite una Pec (Posta elettronica certificata) inviata all’indirizzo che il consumatore ha indicato sul Portale Lotteria
  2. tramite una raccomandata con ricevuta di ritorno che viene recapitata all’ultimo domicilio fiscale conosciuto dall’Agenzia.

I premi devono essere reclamati entro 90 giorni dalla ricezione della comunicazione di vincita. In caso contrario, concorreranno alla formazione di eventuali altri premi da distribuire in occasione del concorso annuale.

Per sapere se si è tra i fortunati, basta accedere all’area riservata del Portale Lotteria con Spid, le credenziali Fisconline ed Entratel o la Carta nazionale dei servizi (Cns): i vincitori ricevono immediatamente una notifica che segnala la vincita, senza necessità di controllare.

La comunicazione della vincita avviene tramite una Pec, se fornita dal consumatore nell’area riservata del Portale. Se l’indirizzo di Pec non e’ stato comunicato oppure non è attivo, o la casella e’ satura al momento della comunicazione, per reperire le informazioni necessarie per la comunicazione della vincita all’indirizzo di residenza o domicilio fiscale si utilizzano i dati disponibili nell’Anagrafe nazionale della popolazione residente (ANPR) o in Anagrafe Tributaria.

In tali situazioni l’Agenzia delle dogane e dei monopoli comunica l’obbligo di recarsi, entro 90 giorni, presso la sede territorialmente competente in base alla residenza o al domicilio fiscale del vincitore. Entro lo stesso termine, il vincitore deve comunicare o confermare le modalità prescelte di pagamento.

La comunicazione all’esercente
Il negoziante che risulta vincitore della lotteria “zero contanti” riceve una comunicazione dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli, che lo individua sulla base del numero di partita Iva memorizzato nella banca dati del Sistema Lotteria.

Anche in questo caso sono adottate tutte le procedure adeguate e misure idonee a garantire la riservatezza circa l’identita’ del vincitore.

Per i soggetti diversi dalle persone fisiche la residenza coincide con la sede legale o, in mancanza, con la sede amministrativa, se stabilite nel territorio dello Stato. Coincide invece con la sede secondaria o con quella della stabile organizzazione nel territorio dello Stato se la sede legale e la sede amministrativa sono stabilite fuori del territorio dello Stato.

COME VENGONO UTILIZZATI I DATI

Il Sistema Lotteria è una banca dati costituita dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli, gestita da Sogei Spa, alimentata dalle informazioni sui corrispettivi comunicate dall’Agenzia delle entrate.

La banca dati del Sistema Lotteria contiene le seguenti informazioni memorizzate:

  1. la partita Iva e denominazione del cedente/prestatore
  2. l’identificativo/progressivo completo del documento trasmesso
  3. la data e l’ora del documento
  4. l’importo del corrispettivo, pagato in contanti, e quello versato con strumenti elettronici (esclusivamente per le estrazioni dei premi previsti dalla lotteria cashless), come pure l’importo del corrispettivo non pagato
  5. il codice lotteria del cliente
  6. la data della trasmissione telematica dei corrispettivi all’Agenzia delle entrate.

Il trattamento dei dati è previsto dall’articolo 1, comma 544, della legge 232/2016, come modificato dal decreto legge 119 del 2018. Le informazioni e i dati raccolti nella banca dati del Sistema Lotteria sono trattati dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli, esclusivamente per le finalita’ della lotteria, in qualità di titolare autonomo.
L’Agenzia delle dogane e dei monopoli si avvale di Sogei come responsabile del trattamento dati.

PER SAPERNE DI PIÙ

Legge n. 232/2016 – articolo 1, commi da 540 a 544 – (previsione di lotteria nazionale per i contribuenti persone fisiche che effettuino acquisti di beni e servizi al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arte o professione presso esercenti che trasmettono telematicamente i corrispettivi)

Decreto legge n. 124/2019 – articolo 19, comma 1, lett. a – e articolo 20, comma 1, lett. a, b e c (esenzione fiscale dei premi della lotteria nazionale degli scontrini e istituzione di premi speciali per il cashless)

Decreto legge n. 34/2020 – articolo 141 (misure urgenti connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19)

Legge n. 178/2020 – art. 1, comma da 1095 a 1097 (lotteria solo cashless ed esclusione di ogni forma di tassazione per i rimborsi erogati con il cashback)

Decreto legge n. 183/2020 – articolo 3, commi 9 e 10 (proroga dell’avvio della lotteria degli scontrini e della segnalazione, al sito dell’Agenzia delle entrate, degli esercenti che si rifiutano di acquisire il codice lotteria al momento dell’acquisto)

Provvedimento dell’Agenzia delle entrate del 31 ottobre 2019 (memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi validi ai fini della lotteria)

Provvedimento dell’Agenzia delle entrate dell’11 novembre 2020 (modifiche al Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 31 ottobre 2019 sulla memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi ai fini della lotteria)Provvedimento dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, d’intesa con l’Agenzia delle entrate, del 5 marzo 2020 (funzionamento della lotteria degli scontrini)

Provvedimento dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, d’intesa con l’Agenzia delle entrate, del 29 gennaio 2021 (modifiche al funzionamento della lotteria degli scontrini)

Determinazione interdirettoriale del Direttore generale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli e del Direttore dell’Agenzia delle entrate del 28 maggio 2021 (ulteriori premi per l’anno 2021)

I documenti di normativa e di prassi indicati sono reperibili attraverso il servizio curato dal CERDEF (Centro di Ricerche e Documentazione Economica e Finanziaria), presente sul sito del Dipartimento delle Finanze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *